Viviamo Ivrea: “La città dichiari lo stato di emergenza climatica”

Questo è l'impegno che il gruppo rivolge al Consiglio del prossimo 4 giugno.

Viviamo Ivrea: “La città dichiari lo stato di emergenza climatica”
Ivrea, 01 Giugno 2019 ore 18:00

Viviamo Ivrea: “La città dichiari lo stato di emergenza climatica”. Questo è l’impegno che il gruppo rivolge al Consiglio del prossimo 4 giugno.

Viviamo Ivrea

Una mozione che verrà presentata dal gruppo consigliare Viviamo Ivrea per dare un segnale forte. Un provvedimento con il quale il consiglio comunale dovrà simbolicamente lo stato di emergenza climatica e ambientale. L’obiettivo è quello di riconoscere “alla lotta ai cambiamenti climatici un ruolo prioritario nell’agenda dell’Amministrazione comunale, tenendo conto in ogni azione amministrativa o iniziativa degli effetti che questa comporta sul clima”.

Consiglio Comunale

La mozione sarà presentata dal consigliere Francesco Comotto nella seduta del consiglio comunale che si terrà il prossimo 4 giugno. “Il 15 marzo e il 24 maggio scorsi – si legge nel testo del provvedimento – si sono tenuti i “Global Strike For Future” giornate di mobilitazione mondiale contro i cambiamenti climatici promossi dal movimento FFF (Friday for Future) che ha visto milioni di persone sfilare nelle città di tutto il mondo, Italia compresa. Per riconvertire ecologicamente la nostra economia occorre la partecipazione di tutti, accettare di modificare alcune abitudini per non doverle modificare tutte, perché i cambiamenti climatici, se non contrastati, porteranno a un pianeta ostile per le specie vegetali e animali, umani inclusi”.

Iniziativa mondiale

Il gruppo consigliare ha anche evidenziato come l’iniziativa si stia già diffondendo in tutto il mondo. In Regno Unito, Irlanda, Scozia, Catalogna e oltre 500 consigli comunali tra i quali le città di S.Francisco, Melbourne, Basilea, Milano, hanno già dichiarato lo stato di emergenza climatica, impegnandosi davanti ai cittadini a ridurre le emissioni di gas serra.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei