Borse di studio a tre eccellenti studenti della scuola media Cena di Castellamonte

Le borse di studio da 500 euro sono state consegnate ai ragazzi per aver conseguito negli anni passati la licenza elementare con voti altissimi.

Borse di studio a tre eccellenti studenti della scuola media Cena di Castellamonte
Rivarolo, 04 Gennaio 2020 ore 17:20

Borse di studio a tre eccellenti studenti della scuola media Cena di Castellamonte messe a disposizione dell’ex insegnante in pensione Mariuccia Martinetti.

Borse di studio alla scuola media Cena di Castellamonte

Ogni volta che impariamo qualcosa diventiamo qualcosa di nuovo. Non a caso, si dice che l’apprendimento sia un tesoro che seguirà il suo proprietario ovunque. Concetti che sono chiari ai bravi e preparati studenti della scuola media statale Cresto di Castellamonte, Letizia Faccin, Claudiu Fabian Rusu e Cristian Sticozzi (in foto col preside Morgando e Maria Martinetti). I tre allievi sono stati premiati prima delle vacanze di Natale con altrettante borse di studio da 500 euro per aver conseguito negli anni passati la licenza elementare con voti altissimi.

Il racconto dell’insegnante

L’importante riconoscimento è il frutto prezioso di una donazione fatta all’Istituto comprensivo Castellamonte dalla maestra in pensione, Mariuccia Martinetti. «Sono figlia di una famiglia di contadini – ha raccontato la conosciuta e stimata ex insegnante, che vive a San Giovanni Canavese – Ho dovuto lottare tanto nella mia vita. Ho lavorato nei campi, fatto la panettiera e anche la sarta prima di diplomarmi ed insegnare. Studiavo dal prete del paese, insieme al papà di Giovanna Tinetti, che ha appena ricevuto la cittadinanza onoraria di Castellamonte con merito. Volevo diventare maestra e dopo tanti sacrifici, ho realizzato il mio sogno. Ho insegnato fino a 60 anni, in diversi plessi scolastici del Canavese: da Ronco fino alle elementari di Castellamonte e San Giovanni, passando per Pecco dove ho trascorso 12 anni meravigliosi. Sono orgogliosa di essere arrivata a 90 anni con questo spirito. Ultimamente, dei malviventi hanno pure tentato di raggirarmi con il trucco dell’acqua contaminata dal mercurio. Li ho scoperti e allontanati, dando loro delle lezioni di vita. Ai ragazzi di oggi dico di non scoraggiarsi mai. Ho istituito queste borse di studio per loro. Non sono diventata nonna e mi fa’ piacere dare un aiuto concreto ai giovani con cui ho trascorso tra i banchi di scuola tutta la vita».

Le parole di Morgando

La premiazione degli allievi si è svolta alla presenza del dirigente scolastico, Federico Morgando: «L’istituzione di queste borse di studio è un atto importante. Una parte di quanto donato da Maria Martinetti , che ringraziamo molto, è stato destinato agli studenti meritevoli e una parte sarà utilizzata per l’acquisto di materiale didattico e apparecchiature scolastiche. E’ un aiuto concreto ancor più significativo perché arriva in un periodo in cui le Istituzioni e gli Enti locali fanno fatica a supportare il mondo della scuola, venendo incontro alle sue esigenze».

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve