Ciriè: i bus per raggiungere le scuole Superiori sono troppo pochi

Il sindaco Loredana Devietti si è già attivata per cercare una soluzione.

Ciriè: i bus per raggiungere le scuole Superiori sono troppo pochi
Scuola Ciriè, 25 Gennaio 2020 ore 15:10

Ciriè: i bus per raggiungere le scuole Superiori sono troppo pochi.

Ciriè: i bus per raggiungere le scuole Superiori
sono troppo pochi

Le corse scolastiche verso Cirié sono insufficienti. Gli istituti superiori cittadini chiedono un potenziamento della linea per accogliere studenti provenienti dai paesi non raggiunti dalla ferrovia Torino-Ceres. La questione è sorta nel mese di novembre quando si sono aperte le attività d'orientamento alle iscrizioni per l'anno 2020-2021.

La richiesta di numerosi genitori

Dichiara Roberta Bruatto, dirigente scolastico dell'istituto «Fermi Galilei»: «Durante l'Open Day di sabato 18 gennaio ho raccolto le lamentele del comitato genitori di La Cassa. Un padre mi ha esposto una situazioni per cui i mezzi pubblici non consentono a La Cassa e Givoletto di raggiungere Cirié. Questa famiglia si è dovuta trasferire a Fiano per essere comoda. Quindi ci sono famiglie costrette a scegliere le superiori di Rivoli e Pianezza. La stessa condizione di disagio viene vissuta da chi abita a Leini e a Rivarossa. I ragazzi che non risiedono nei Comuni serviti dalla ferrovia hanno difficoltà a diplomarsi a Cirié, benché si trovino a pochi chilometri da casa. Quindi insieme al collega Mauro Masera abbiamo deciso di sollecitare il sindaco di Ciriè Loredana Devietti a fare pressione sulla Città Metropolitana affinché s'assuma una decisione in merito».

Si rischia di perdere le iscrizioni degli studenti

Aggiunge Masera, alla guida dell'istituto «Tommaso D'Oria»: «Mi interessa senz'altro approfondire la questione affinché i ragazzi non siano costretti a spostarsi fino a Torino per frequentare un corso di studi presente a pochi chilometri da casa». La problematica di La Cassa riguarda anche il Comune di Fiano. Infatti interviene il vicesindaco Rosaria Rita Sforza: «Le iscrizioni si chiuderanno tra una decina di giorni e non abbiamo ancora ricevuto una risposta. La questione non riguarda solo le famiglie de La Cassa ma anche il nostro istituto comprensivo. Se non verranno potenziate le navette verso Fiano è a rischio anche la sopravvivenza del nostro istituto comprensivo».

Il sindaco Loredana Devietti si è già attivata
per risolvere la situazione

Sulla questione così dichiara Loredana Devietti, primo cittadino di Ciriè: «In accordo con gli istituti superiori del territorio e in sinergia con alcuni amministratori dei comuni limitrofi, ci stiamo attivando presso Città metropolitana e l' Agenzia per la mobilità per portare a conoscenza le criticità di alcune corse su gomma utilizzate dagli studenti per raggiungere le scuole a Cirié. L’obiettivo è cercare di rendere le linee più efficienti e rispondenti alle esigenze di famiglie e ragazzi affinché i nostri istituti, che offrono molti indirizzi diversi e variegati, possano essere più attrattivi per gli utenti della zona».