di nuovo in piedi

A 8 mesi dall’incendio riapre le porte la Federazione Italiana Calcio Balilla a Feletto

Grazie alla collaborazione con la Csain ed il pieno appoggio anche di Confindustria si è deciso di creare l’Unione Europea di Calcio Balilla.

A 8 mesi dall’incendio riapre le porte la Federazione Italiana Calcio Balilla a Feletto
Rivarolo, 02 Agosto 2020 ore 14:30

A 8 mesi dall’incendio riapre le porte la Federazione Italiana Calcio Balilla a Feletto, ma il futuro riserva importanti novità…

Riapre le porte la Federazione Italiana Calcio Balilla a Feletto

Quando otto mesi fa un incendio distrusse settimane di lavoro duro, rischiando di far svanire un sogno coltivato per quasi un quarto di secolo, tra le lacrime Massimo Ragona disse: «Non mi lascerò travolgere dagli eventi. Ripartirò ancora una volta e farò in modo che tutto ciò per cui ho lottato non vada in fumo…» Come l’«Araba Fenice», che rinasce dalle proprie ceneri, il felettese e la Federazione Italiana Calcio Balilla, colpita nel profondo da quell’evento infausto, oggi sono più vivi che mai.

La rinascita

Non solo Ragona è riuscito a salvare parte di quello che è stata la storia di questa disciplina, conservata nella sede canavesana devastata dalle fiamme. E’ riuscito pure a fare un ulteriore passo avanti ed oggi guarda al futuro con rinnovato entusiasmo e grandi progetti. «Se siamo ripartiti – spiega – lo dobbiamo tanto alle nostre famiglie, la mia e quella di mia moglie Daniela. Loro ci hanno sostenuti e dato quell’aiuto economico per non arrenderci che ci ha permesso di ricostruire tutto. E’ stata dura, perché quando accaduto nel novembre del 2019 è stata una mazzata in pieno volto». Tanti lavori (alcuni ancora da completare), moltissimo impegno, sacrificio e sudore. Però quello che è un simbolo per Feletto e per lo sport nazionale ha riaperto i battenti.

Tornata anche l’Estate Ragazzi

In queste settimane i locali che si affacciano sulla ex statale «460» sono animati dalle urla entusiastiche dei giovanissimi che stanno dando vita all’«Estate Ragazzi» allestita per il terzo anno di fila. «E’ bello vedere la gioia dei più piccoli, che per noi è una carica enorme – aggiunge ancora Ragona – Siamo contenti che le famiglie ci diano fiducia e noi cerchiamo di ricambiarla attraverso una serie di iniziative che regalano allegria ai bambini e un po’ si serenità a papà e mamme».

Novità…

Nell’ambito dello sport del calcio balilla, intanto in pentola bollono grosse novità: «In primis, dopo 25 anni dalla fondazione della Federazione Italiana abbiamo deciso di fare un altro passo. Grazie alla collaborazione con la Csain ed il pieno appoggio anche di Confindustria abbiamo deciso di creare l’Unione Europea di Calcio Balilla, una nuova sigla dedicata a questo mondo con la quale abbiamo intenzione di creare eventi ed iniziative di una certa rilevanza. La considero una crescita ulteriore proprio nella stagione dei 25 anni dalla fondazione della Ficb. Questo mondo è maturato e cambiato parecchio e bisogna anche sapere rinnovarsi costantemente». Insomma, Massimo Ragona per l’ennesima una volta ha dimostrato di non arrendersi mai: «Ho ancora l’entusiasmo e la determinazione, a 61 anni, per mettermi in gioco. Certo, non nascondo di aver passato momenti difficili dopo quando successo lo scorso inverno, ma l’unione e la famiglia nuovamente mi hanno permesso di rialzare la testa».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità