Coppa Europa di bocce: che spettacolo a Salassa!

E tra pochi giorni è già tempo di derby tra la Brb Ivrea e la Perosina Boulenciel.

Coppa Europa di bocce: che spettacolo a Salassa!
Rivarolo, 12 Maggio 2019 ore 14:58

Coppa Europa di bocce: che spettacolo a Salassa nell’incontro tra i padroni di casa della Brb Ivrea e il Cro Lyon, dopo che l’andata si era chiusa con la vittoria dei francesi per 12 a 10.

Coppa Europa di bocce

Grande spettacolo al bocciodromo di Salassa, nell’incontro di ritorno di Coppa Europa di bocce, tra i padroni di casa della Brb Ivrea e il Cro Lyon, dopo che l’andata si era chiusa con la vittoria dei francesi per 12 a 10. Come già nell’incontro in terra transalpina, pure in quello di sabato scorso in Canavese è risultato sempre in bilico, con giocate spettacolari da entrambe le parti.

La sfida

Partono bene gli ospiti, che in staffetta con i fratelli Matteo e Simone Mana fanno segnare il record del mondo (da omologare), con 60 bocce colpite su 61 tirate. Di tutto rispetto anche la prestazione dei ragazzi eporediesi Ferrero e Borcinik, fermatisi a 58 bocce centrate. Gigi Gattapaglia, nel tiro di precisione, si impone su Grail per 18 a 12, mentre soccombe Janzic, battuto da Majorel 26-11. Quindi Grosso, con una prova maiuscola nel combinato, sconfigge Simone Mana 29-22. Si rivela uno spettacolo il combinato tra Deregibus (con un Fabrizio in grande spolvero) e Matteo Mana, archiviato sul 27 a 27. Si rivela invece decisiva la vittoria di Alex Borcnik per 44 a 36 su Durand, mentre a sigillare il vantaggio di due punti per l’Ivrea ci pensa Lele Ferrero, il quale nella seconda navetta (con l’ultima bocciata sbagliata da Marcon) impatta 41 pari. Sul risultato di 8-6 si va all’ultimo turno tradizionale: inarrestabile la coppia formata da Janzic e Carlo Ballabene, capace di vincere per 13 a 0 su Simone Mana-Alcaraz. Altrettanto lo fa la terna Deregibus (straordinario)-Cavagnaro-Ferrero, che sconfigge per 13-11 Jarris-Perras(Duran)-Grail, portando a casa i punti della vittoria dell’incontro.

Gli spareggi al pallino

Acquisito il risultato, i due giochi ancora in corsa si fermano. Si è andati così agli spareggi al pallino, 3 per squadra in accosto e tre in bocciata. Equilibrio tra i due sodalizi sino all’ultima bocciata di Emanuele Ferrero, che ha colpito il pallino per il definitivo 4 a 3 che ha aperto le porte al turno successivo. Negli accosti la Brb Ivrea è andata a segno con Cavagnaro-Deregibus-Carlo Ballabene, mentre il Cro Lyon ha colto il bersaglio con Jarris-Amar, sbagliando invece con Simone Mana. Nella bocciata sul pallino hanno sbagliato Grosso e Janzic per la Brb, Grail e Majorel invece per i francesi. A chiudere la sfida Matteo Mana per il 3 pari, quindi la bocciata di Ferrero, che con il suo colpo ha sancito il definitivo 4 a 3.

Il derby

Soddisfatta per il risultato colto, la Brb è stata parzialmente «raffreddata» dalla notizia del sorteggio relativo ai quarti di finale, dove si giocherà il derby (già finale per il titolo tricolore) tra Ivrea e Perosina Boulenciel. Match di andata già il prossimo 18 maggio a Salassa, ritorno il 1 giugno a Perosa Argentina. Intanto, l’Italia perde l’altra sua protagonista: esce infatti negli ottavi il Gaglianico dopo l’ottima prova in casa contro il Pula, cedendo nel confronto di ritorno per 9 a 13, al termine di una prova incolore e quindi arrendendosi pure di schianto gli spareggi (terminato con zero punti).

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità