Menu
Cerca
Libertas Sincro Rivarolo

Le atlete del nuoto sincronizzato in vasca, pronte per tornare a gareggiare

Il ritorno alle competizioni è previsto tra fine gennaio ed inizio febbraio, sia a livello regionale che nazionale.

Le atlete del nuoto sincronizzato in vasca, pronte per tornare a gareggiare
Sport Rivarolo, 06 Dicembre 2020 ore 14:42

Per le atlete del nuoto sincronizzato  della Libertas Sincro Rivarolo il 2020 è stato un anno difficile a livello sportivo ma continuano ad allenarsi in vasca, pronte per tornare a gareggiare.

Le atlete del nuoto sincronizzato in vasca

Anche per quella realtà che risponde al nome di Libertas Sincro Rivarolo il 2020 è stato un anno difficile a livello sportivo. Per un club abituato a lottare per emergere, visto che quella del nuoto sincronizzato è troppo spesso considerato una disciplina di nicchia, nei mesi scorsi riuscire a «restare a galla» non è stato semplice. Ma la tempra, la determinazione e la forza di volontà che caratterizza questa realtà rivarolese hanno fatto sì che pure in un periodo di blocco dell’attività come quello attuale si vada avanti comunque.

Le parole della presidente Mautino

«Le ragazze si stanno allenando in piscina – spiega Sabrina Mautino, presidente e punto di riferimento del sodalizio – perché a livello nazionale è stato riconosciuto il valore del nostro sport e della nostra società, anche se siamo sulla carta dei “dilettanti”. Questo ci sta permettendo di lavorare costantemente con buona parte delle ragazze, che si allenano settimanalmente. Vorrei cogliere l’occasione per fare un grosso ringraziamento alla Polisportiva Rivarolese, la quale in un momento di difficoltà come questo ha comunque deciso di aprire la struttura per permettere a noi, come agli agonisti del nuoto “classico”, di poter continuare a portare avanti un discorso di socialità, che per i nostri giovani tesserati è fondamentale».

Massima attenzione ai protocolli

Nei mesi scorsi tanto è stato il lavoro a livello di protocolli e sicurezza svolto. Ciò, però, non è bastato per evitare quanto accaduto: «Il nostro è un ambiente costantemente sanificato – prosegue Sabrina – con interventi di igienizzazione elevati. Alle atlete si prova la febbre, negli spogliatoi si accede con la mascherina, mentre in acqua il cloro aiuta contro germi e virus. Nonostante tutto ciò, però, abbiamo finito per vedere la nostra stagione rivoluzionata e compromessa».

Calendario agonistico

Adesso si guarda avanti ed al prossimo anno: «La Federazione ci ha garantito l’allestimento di un calendario di gare – aggiunge la Mautino – Anche per questo stiamo continuando con gli allenamenti. Il ritorno alle competizioni è previsto tra fine gennaio ed inizio febbraio, sia a livello regionale che nazionale. Speriamo. Per quanto concerne il classico saggio di fine anno, naturalmente viste le restrizioni e l’impossibilità di avere pubblico lo abbiamo cancellato. Però, grazie alla volontà ed all’impegno dei nostri allenatori, verrà realizzato un video che poi inoltreremo a tutte le famiglie. Un piccolo pensiero pure per continuare a restare uniti e “vicini”, seppur fisicamente siamo distanti».

5 foto Sfoglia la gallery