Menu
Cerca
sport

Ottimi risultati per i canavesani in Coppa Italia e nel Campionato Italiano sulla mezza distanza di Orientamento

Grandi soddisfazioni per Paolo Montagnoli, Leonardo Curzio e Lucia Curzio ad Asiago

Ottimi risultati per i canavesani in Coppa Italia e nel Campionato Italiano sulla mezza distanza di Orientamento
Sport Ivrea, 09 Marzo 2021 ore 18:46

Ottimi risultati per i canavesani in Coppa Italia e nel Campionato Italiano sulla mezza distanza di Orientamento.

Coppa Italia e nel Campionato Italiano sulla mezza distanza di Orientamento

Nonostante la pandemia stia ancora fortemente limitando le attività sportive si cerca una parvenza di regolarità, con gli atleti che animano le competizioni a livello nazionale, le quali sono regolarmente allestite. Per ciò che concerne l’orientamento, ad «agitare» l’inizio della stagione 2021 (con la Federazione che cerca di programmare eventi, ma deve fare i conti con possibili decreti e limitazioni), sono state la Coppa Italia e il Campionato Italiano sulla mezza distanza, iniziative che hanno dato il là alle gare, con un fine settimana intenso che si è svolto ad Asiago.

Ottimi riscontri

Canavesani al via come sempre con tanta voglia di divertirsi e fare bene. Nelle file dell’Orientamondo, tra i Seniores a mettersi in luce sono stati Paolo Montagnoli e l’esperto Leonardo Curzio, rispettivamente al via delle categorie Elite e +60. Nel primo caso, doppio ottimo riscontro con il classe 1983 che si è posizionato al quarto posto nella prova sprint, mentre nella «middle» ha finito la propria fatica in quinta posizione. Il banchettese, invece, si conferma ai vertici della propria classe, portando a casa un doppio successo che arricchisce una bacheca già piena di affermazioni, coppe e soddisfazioni. Ancora sull’altopiano spazio pure per un’altra eporediese, ovvero Lucia Curzio, che veste però i colori (ormai da diverse stagioni) della Polisportiva Masi di Casalecchio di Reno. Al via della categoria Elite femminile, la nostra ha portato a casa una quinta ed una quarta piazza, arrivando subito alle spalle delle giovani atlete della squadra nazionale italiana.