Sport

Palazzetto dello sport approvato progetto per rifacimento degli spogliatoi

L'importo delle opere al palazzetto dello sport è stimato in 250mila euro.

Palazzetto dello sport approvato progetto per rifacimento degli spogliatoi
Sport Rivarolo, 21 Giugno 2018 ore 12:51

Palazzetto dello sport di Volpiano si rifà il look. E' stato infatti approvato in questi giorni il progetto per il rifacimento degli spogliatoi dell'impianto sportivo.

Palazzetto dello sport nuovo look

La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per il rifacimento dei bagni e degli spogliatoi nel Palazzetto dello sport «Unità d'Italia» di Volpiano. Il progetto è infatti finalizzato alla richiesta di contributo alla Regione Piemonte per interventi di edilizia scolastica. Prevede il «rifacimento completo dei servizi igienici e la sostituzione di pavimenti, rivestimenti e degli impianti idrico sanitari», nonché l'ottimizzazione degli spazi «tramite lo studio di una nuova ridistribuzione interna che comporterà lo spostamento di alcuni tramezzi tra locali adiacenti aventi simile destinazione d'uso».

Progetto di restyling

In particolare, nello spazio attualmente destinato al custode verrà realizzato «in parte un bagno per persone diversamente abili, accessibile al pubblico. E in parte un locale infermeria, ad oggi mancante». Tra i lavori in programma, la fornitura e la posa di nuovi sanitari, rubinetterie e porte interne. Oltre quindi ai rivestimenti ceramici nei servizi igienici e negli spogliatoi fino a 2,20 metri d'altezza. Prevista la realizzazione della pavimentazione in resina epossidica. L'importo delle opere al palazzetto dello sport è stimato in 250mila euro.

Contributo regionale nel mirino

Il via libera è subordinato all'ottenimento del contributo regionale. Commenta Andrea Cisotto, vicensindaco con delega ai Lavori Pubblici: «Con i nuovi spogliatoi completiamo il restyling del Palazzetto dello sport. Dopo aver effettuato altre opere come la pavimentazione e l'illuminazione a led. Intendiamo organizzare meglio gli spazi e ricavare nuovi bagni per i disabili».