Sport

Tra vittorie e piazzamenti partita la stagione di Capriolo

Il centauro bosconerese ha voglia di rifarsi dopo l'alternasi di risultati positivi ed altri meno

Tra vittorie e piazzamenti partita la stagione di Capriolo
Sport Rivarolo, 19 Aprile 2019 ore 17:51

Tra vittorie e piazzamenti partita la stagione di Capriolo. Loris protagonista nelle mini moto.

Tra vittorie e piazzamenti partita la stagione di Capriolo

E’ stato un avvio di stagione «agro-dolce» quello vissuto dal giovane Loris Capriolo, detto il «Pitbull», campioncino canavesano delle mini moto, che nelle settimane scorse ha iniziato l’annata 2019. Ad una prima gara davvero strepitosa, all’esordio per altro nella nuova categoria, ha fatto da contraltare, purtroppo, una seconda uscita dove problemi di natura meccanica lo hanno frenato, costringendolo ad un paio di piazzamenti al di sotto delle aspettative.

Doppio appuntamento sulla pista di Castrezzano

In entrambe le gare andate in scena sul circuito di Castrezzano, nel Bresciano, il centauro di Bosconero, che è seguito in pista dal papà Paolo e dal padrino Cristian, componenti della «31 Superbike» con sede a Leini, ha mostrato di che pasta è fatto. Nella prima competizione, quella che ha aperto il prestigioso «Trofeo Marco Simoncelli», il canavesano ha girato alla grande, conquistando la vittoria in maniera netta (con distacchi di tutto rispetto inflitti ai rivali). Quindi, è stata la volta della competizione che ha dato il là al Campionato Italiano Velocità: qui un problema al motore, che per tutto il fine settimana lo ha accompagnato, ha finito per influire notevolmente sulla prestazione di Loris. Il quale si è «accontentato» di un terzo e di un quarto posto in classifica. «Che sono, nella sua pur giovane carriera, i risultati peggiori sin qui fatti segnare» dice Paolo Capriolo.

A maggio Loris punterà a risalire sul podio alto

Riscontri, però, che serviranno al «Pitbull» per rifarsi in fretta: «Loris è carico al massimo in vista delle gare di Ferrara che si terranno a maggio - prosegue ancora il padre del giovane bosconerese - Senza dubbio, visti i riscontri della prima gara, nel Civ la speranza era nuovamente di averlo lì davanti a tutti, ma un fine settimana negativo, non certo per sua volontà, ci può stare. Adesso l’obiettivo, nelle gara del 5 e del 19, sarà proprio di rifarsi con gli interessi e tornare a lottare per il vertice. Ha il “dente avvelenato” sotto questo aspetto e tanta voglia di tornare a vincere».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter