Eventi
CIRIE' - MUSICA

Dopo 30 anni gli «Hard Skill» tornano con un nuovo album

La rock band, formata nel 1989, si è riunita lo scorso anno durante la pandemia. I componenti del gruppo hanno registrato a casa propria le parti di brani che, assemblate, hanno dato vita al nuovo album dal titolo «1991»

Dopo 30 anni gli «Hard Skill» tornano con un nuovo album
Eventi Ciriè, 05 Marzo 2021 ore 11:29

Dopo 30 anni gli «Hard Skill» tornano con un nuovo album

La pandemia del 2020 ha fatto riunire la band nata nel 1989

2 foto Sfoglia la gallery

Dopo trent'anni tornano insieme, con la stessa passione per la musica, come allora. Merito della pandemia che nel marzo del 2020 ha riavvicinato i componenti della band rock «Hard Skill» pronta a presentare il nuovo album dal titolo «1991». Tra le tante brutte storie legate al difficile periodo del Covid-19 ce n'è una positiva, ed è proprio questa. A raccontarla non poteva che essere Federico Bianco, tra i fondatori della band nel 1989 quando insieme a tre amici iniziò a suonare in una stanza a Mathi, che raggiungevano con i motorini, anche in pieno inverno, incuranti di freddo e, quando c'era, anche della neve. «Avevamo 15, 16 e 17 anni – ricorda il ciriacese Federico Bianco che oggi, di anni, ne ha 46 – io ero la voce. Con me Alessandro Benna alla chitarra, Nico Ripepi alla chitarra, Federico Marchesano al basso e Fabio Santo alla batteria, sostituito poi da Giuseppe Arminio. Suonavamo in una stanza a Mathi ed è proprio lì che abbiamo fatto la nostra gavetta. Tutte le domeniche pomeriggio, per quasi due anni. Abbiamo iniziato facendo cover di grandi classici Metal poi abbiamo proseguito scrivendo le nostre prime canzoni. Ricordo il nostro primo concerto. Era il 1990, a Villa Remmert a Ciriè. Da qualche parte c'è ancora un vhs di quella serata, indimenticabile. Siamo andati avanti, qualche cambio di formazione c'è stata, come in tutte le band, ed è uscito il nostro primo demo tape registrato su cassetta con la copertina fotocopiata. Un cimelio che qualche amico conserva ancora gelosamente».

In quegli anni, gli «Hard Skill» andavano in giro per i concerti dei big, portando con sé ul walkman e i loro demo che facevano ascoltare ad altri avventori dei concerti e qualcuno la acquistava. Costava 5.000 lire. Furono oltre 500 le cassette con la loro musica che riuscirono a vendere. «In quegli anni la colonna sonora erano storiche band come i Metallica, i Gun's ad Roses, gli Skid Row2, e poi i Magadeth, i Voivod, Nirvana, Stone Temple Pilot e molti altri – prosegue Federico Bianco – Era musica che entrava nelle orecchie e finiva direttamente al cuore per poi essere sparata come potevamo a tutto volume nel futuro ancora lontano delle nostre vite. Poi, come spesso accade, il sogno è finito, ciascuno di noi ha preso la sua strada e ha seguito i propri progetti». Ma poi è arrivata la pandemia. Quella che nel marzo dello scorso anno ha bloccato tutto, ma non i sogni dei ragazzi della band. Il difficile periodo chiusi in casa li ha fatti rincontrare musicalmente e amichevolmente. Si sono ritrovati con gli strumenti in mano, riprendendo le canzoni scritte nei primi Anni Novanta. Quei brani hanno ripreso forma, sono stati risuonati e ricantati.

«Durante il primo lockdown di marzo e aprile ognuno a casa sua registrava la propria parte con il pc e ci spedivamo i file che venivano assemblati nel mio studio di registrazione – racconta ancora Federico Bianco – Poi con la riapertura ci siamo ritrovati dal vivo e abbiamo registrato cinque tracce per produrre il disco che uscirà in via ufficiale in tutti gli store digitali il 10 marzo. L'album si chiama “1991” che è stato forse l'anno più importante per noi. L'anno in cui abbiamo scritto tutti i brani del disco che oggi compiono 30 anni! Brani che per noi erano il futuro raccontato trent'anni fa e che oggi sono il nostro presente, dove vogliamo ancora sperare, vivere e sognare. Abbiamo anche finito di registrare un video per la traccia numero 1 del disco che si intitola “All in disperation”, titolo direi azzeccato in questo periodo che stiamo vivendo». Il tutto sarà disponibile su www.hardskill.it.