Iniziativa solidale

La Gara Nazionale di Rutti di nuovo protagonista a Ingria

Comune e associazioni organizzano una polentata con degustazione di prodotti tipici.

La Gara Nazionale di Rutti di nuovo protagonista a Ingria
Fiere e manifestazioni Alto Canavese, 11 Settembre 2021 ore 10:30

La Gara Nazionale di Rutti di nuovo protagonista a Ingria. Comune e associazioni organizzano una polentata con degustazione di prodotti tipici.

La Gara Nazionale di Rutti

Doppio appuntamento ad Ingria domenica 12, nel segno del divertimento, del gusto, della goliardia, ma anche della solidarietà. Comune e associazioni organizzano una polentata con degustazione di prodotti tipici (dalle ore 12), mentre a seguire torna l’evento dedicato alla Gara Nazionale di Rutti, iniziativa che ha permesso al piccolo ma attivo paese della Valle Soana di farsi nuovamente conoscere in tutta Italia. Organizzata da «Lignorante», il gruppo facebook ideato da due dj canavesani del team di «Eporadio», «Ruttolimpiadi» è l’evento goliardico-solidale si terrà dalle ore 14. Va detto che l’intero ricavato sarà devoluto a favore della causa «Tutto per Gioele».

La parola al sindaco

«Siamo convinti che questa iniziativa, oltre a far distrarre e divertire le persone in goliardia, servirà soprattutto ad alimentare il progetto del piccolo Gioele - dicono il sindaco di Ingria, Igor De Santis assieme ai Consiglieri comunali Federico Bianco Levrin, Andrea Cane e agli organizzatori de “Lignorante” – Durante la manifestazione ci sarà la raccolta fondi e l’intera somma verrà bonificata all’Associazione “Noi ci siamo Onlus” per aiutare la famiglia del piccolo canavesano a comprare un’auto usata con pedana ad uso disabili, in modo da poterlo accompagnare per tutte le sue esigenze, senza correre il rischio di fargli male posizionandolo sul seggiolino, agevolando anche la mamma nelle fasi di carico/scarico della pesantissima carrozzina nel baule».

Punto di riferimento per la beneficenza

Quindi allegria ma pure tanto cuore: «Quest’anno la nostra nazione è stata fiore all’occhiello alle Olimpiadi e vogliamo quindi proseguire la tradizione sportiva, portando avanti questa nuova disciplina a “5 rutti”, che speriamo possa diventare anche per il futuro un punto di riferimento soprattutto per la beneficenza nei confronti delle persone più bisognose. Dopo oltre un anno di pandemia i nostri Comuni, Associazioni, Pro Loco e il Canavese in generale hanno bisogno di essere uniti e condividere momenti conviviali, perché no, con qualche sana risata. Ed è proprio questa la nostra intenzione di domenica: ritrovarci tutti insieme con Gioele e la sua famiglia a Ingria, in Val Soana, per fare beneficenza per una causa del territorio, mangiando un’ottima polenta nelle nostre splendide montagne canavesane».