Attualità
in consiglio

Tampon box: il «No» della Giunta a Volpiano

La proposta era stata fatta per affrontare in modo diretto il problema del period poverty, vale a dire il mancato accesso per molte donne a prodotti mestruali sicuri e igienici

Tampon box: il «No» della Giunta a Volpiano
Attualità Volpiano, 10 Dicembre 2022 ore 09:08

Tampon box: il «No» della Giunta a Volpiano. La proposta era stata fatta per affrontare in modo diretto il problema del period poverty, vale a dire il mancato accesso per molte donne a prodotti mestruali sicuri e igienici.

Tampon box

Nel corso dell’ultimo Consiglio i gruppi consiliari Cambiamo Volpiano e Gente di Volpiano hanno presentato la mozione denominata Tampon Box. A spiegare alla maggioranza questa mozione è Antonietta Maggisano: «Con la proposta tampon box tentiamo di affrontare in modo diretto il problema del period poverty, vale a dire il mancato accesso per molte donne a prodotti mestruali sicuri e igienici con conseguenti problemi di salute, come infezioni del tratto riproduttivo e urinario. È in tale contesto che si inserisce la nostra proposta: chiediamo che l'amministrazione comunale si faccia carico dell'installazione all'interno dei bagni della scuola primaria di secondo grado destinate alle ragazze, di un distributore di assorbenti gratuiti ed ecosostenibili». La risposta dell’assessore competente Barbara Sapino ha lasciato l’amaro in bocca a Cambiamo Volpiano non ci sta e a muso duro ribatte colpo su colpo alla maggioranza.

Il "No"

«L'idea era stata proposta per offrire assorbenti gratis a scuola. Ho sempre pensato che la scuola avesse un ruolo fondamentale nell’insegnamento del rispetto, dell’uguaglianza e che si schierasse contro i tabù e le disparità di genere. Ma nell’aula del Consiglio comunale di Volpiano ho appreso che non è sempre così. E sì, perché con altri due consiglieri ho proposto l’attuazione di un piccolo progetto che voleva essere un gesto di attenzione al mondo femminile, un gesto di solidarietà con chi è più in difficoltà, considerato che la cura della donna deve iniziare quando ancora si è bambina o poco più. La risposta è giunta fredda e pesante come un macigno da chi non mi aspettavo, ovvero dalla Dirigente Scolastica dell’IC di Volpiano, la quale interpellata dall’assessora alla scuola, avrebbe riferito che l’iniziativa della tampon box è praticamente inutile, perché i dispositivi necessari all’igiene delle ragazze in mancanza possono essere reperiti nell’infermeria, oppure si possono chiedere alla compagna di classe oppure alle varie operatrici. La cosa che mi fa più male è vedere l’indifferenza della giunta volpianese. Senza battere ciglio ha chiuso il discorso con un voto negativo».

Seguici sui nostri canali