Cronaca

A Borgofranco sbarre alzate con il treno in transito, Francisca: "fino a quando si può confidare nella buona stella?"

"Da tempo si parla di due sovrapassi uno a nord ed uno a sud di Borgofranco, ma si continua solo a parlare. Ma il Pnrr non dovrebbe risolvere il problemi di vivibilità e sostenibilità delle persone?".

A Borgofranco sbarre alzate con il treno in transito, Francisca: "fino a quando si può confidare nella buona stella?"
Cronaca Ivrea, 20 Ottobre 2022 ore 15:47

A Borgofranco sbarre alzate con il treno in transito, Francisca: "fino a quando si può confidare nella buona stella?"

A Borgofranco sbarre alzate con il treno in transito

"Sabato verso le 21,45 passando al passaggio a livello sulla provinciale verso Quassolo ho notato un'anomalia". Comincia così il racconto del primo cittadino di Borgofranco Fausto Francisca sui social. Quello del sindaco è il racconto dell'ennesimo problema al passaggio a livello di Borgofranco e se in passato la causa era imputata ad un sabotatore (denunciato nei giorni scorsi) stavolta è dipeso tutto da un guasto tecnico.

Il racconto del sindaco

"Una sbarra del passaggio a livello era sollevata, nonostante il semaforo rosso - continua il racconto del sindaco - Subito ho telefonato ad un funzionario Rfi che ha provveduto a bloccare il passaggio dei treni (si era in attesa del direttore per Aosta) ed ad avvisare i " reperibili" per un pronto intervento. Così è stato: tutto si è risolto. Il diretto con oltre un'ora di ritardo, è passato verso le 23 a velocità moderata mentre i tecnici riparavano il guasto".

Lo sfogo del sindaco

"Nei giorno scorsi i giornali parlavano di un" sabotatore " individuato che interagiva aprendo e chiudendo le sbarre - tuona Francisca - Ieri sera (15ottobre n.d.r.) si pensa ad un mal funzionamento. Da quando non ci sono più i casellanti e il " Genio Ferovieri", le disavventure ai passaggi a livello si susseguono. Ora, poiché il Fondi Pnrr sono stati destinati per l' elettrificazione del tratto Ivrea Aosta e per ammodernamento di alcune stazioni in Vda, rimane il problema di chi transita a Borgofranco, dove la rete ferroviaria corre parallela alla statale 26, intersecata in più punti dall' attraversamento di provinciali per Quassolo e Baio. Da tempo si parla di due sovrapassi uno a nord ed uno a sud di Borgofranco, ma si continua solo a parlare. Ma il Pnrr non dovrebbe risolvere il problemi di vivibilità e sostenibilità delle persone?
Risolvere i problemi di chi transita a Borgofranco con Tir, con auto, con biciclette, ma anche a piedi , garantendo a tutti la sicurezza non sarebbe compatibile con un finanziamento Pnrr.? Tutti ormai sanno che il traffico pesante non può transitare al centri di Borgofranco, tutti sanno che i passaggi a livello spesso sono chiusi per oltre 20 minuti ad ogni passaggio, tutti sanno che negli ultimi anni i passaggi a livello non sempre funzionano a dovere (più volte le sbarre sono rimaste aperte), tutti sanno che le stazioni sono indifese da eventuali intrusioni di" sabotatori", eppure, pur sapendo, cosa si sta facendo?
Si continua come sempre.
Ma fino a quando si può confidare nella buona stella?"

Seguici sui nostri canali