Menu
Cerca

Addestratore morto cane assolto

Bisognerà attendere i risultati degli esami autoptici per sapere con certezza cosa ha ucciso il giovane 26enne.

Addestratore morto cane assolto
Cronaca Ciriè, 22 Novembre 2017 ore 07:43

Addestratore morto, non è stato il cane dell’amico a uccidere Davide Lobue. I primi risultati dell’autopsia scagionano Sid.

Addestratore morto, colto probabilmente da malore

Davide Lobue, l’addestratore cinofilo ritrovato morto sabato scorso nel complesso residenziale “Le Betulle” a Monteu da Po non è stato ucciso dal Bull Terrier dell’amico.

A stabilirlo sono i primi risultati dell’autopsia sul cadavere del ragazzo eseguita ieri mattina dal medico legale, il dottor Roberto Testi. Il cane infatti avrebbe in un primo momento cercato di “svegliare” Davide che sarebbe caduto a terra colto da un malore. Sid secondo la ricostruzione degli inquirenti avrebbe tentato di “salvare” il ragazzo e proprio in questo tentativo gli avrebbe strappato gli abiti e inferto le ferite che in un primo momento erano sembrate la causa della morte del ragazzo. Ferite che invece sono state inferte post-mortem dal bull terrier.

Saranno i risultati degli esami tossicologici a dare una risposta più precisa sulle cause della morte del giovane addestratore. Intanto il fascicolo sulla morte di Davide è al vaglio della procura di Ivrea che ha aperto un fascicolo per omicidio, un atto dovuto.

Cosa è successo

Il corpo senza vita di Davide Lobue è stato ritrovato sabato sera da un ragazzo, insospettito dal continuo abbaiare di un cane. I carabinieri intervenuti sul posto hanno trovato il corpo del ragazzo pieno di ferite inferte dal cane. Questo dunque il motivo per il quale in un primo momento si era ipotizzato potesse essere stato il bull terrier ad attaccare  a morte Davide. Già in serata però erano sorti i primi dubbi: la quantità di sangue ritrovata vicino al corpo del ragazzo faceva pensare che la causa della morte andasse ricercata altrove.

Davide e Sid

Davide Lobue era un addestratore cinofilo molto esperto, amante dei cani e molto disponibile con tutti. Quel pomeriggio stava tenendo per conto di un amico Sid, un bull terrier definito “problematico”, negli ultimi tempi infatti aveva mostrato qualche segno di irrequietezza. Il ragazzo quindi stava facendo da dog-sitter al cane e al contempo lo stava rieducando.

Sid però non era un cane aggressivo e sabato pomeriggio avrebbe tentato di aiutare Lobue che era stato colto da un malore improvviso e fulminante. Il bull terrier si trova ancora nel canile di Settimo Torinese, sotto l’attenta osservazione del veterinario che dovrà deciderne la sorte.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli