Mathi - Venaria

Nascosto operaio morto: due condanne definitive

Gli imprenditori edili sono di Mathi e Venaria.

Nascosto operaio morto: due condanne definitive
Ciriè, 13 Febbraio 2020 ore 08:09

Nascosto operaio morto: due condanne definitive. Imprenditori di Mathi e Venaria.

Nascosto operaio morto

Per l’accusa  avrebbero fatto sparire il corpo di un operaio romeno, Mihai Istoc, 45 anni,  residente a Torino, caduto da una impalcatura mentre stava svolgendo dei lavori in una villetta di Venaria. Il corpo fu poi ritrovato nel  giugno del 2009 in un discarica della provincia di Asti. Sotto un vecchio divano da due cacciatori.

Condanna definitiva

Adesso la sentenza della Cassazione ha confermato  i precedenti gradi di giudizio: 7 anni di carcere per  Vittorio Opessi, 56 anni, di Venaria, e 4 anni per l’artigiano edile Antonino Marino, 55 anni, di Mathi. Quest’ultimo in primo grado era stato condannato a 6 anni e due mesi ma poi il reato di occultamento di cadavere gli era stato  prescritto. I due, incensurati, hanno sempre respinto le accuse ma adesso per Opessi si apriranno le porte del carcere.

La svolta nel 2012

Indagini all’inizio difficili perchè  il muratore aveva il volto sfigurato ed era privo di documenti. La svolta nel 2012 quando un  altro muratore, un amico di Mihai Istoc, residente a San Maurizio Canavese, raccontò agli inquirenti: “Lo trovai a terra morto, con la testa rotta. Accanto il martello pneumatico ancora acceso. Chiamai Opessi e Marino. Loro mi dissero di dimenticare tutto…”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità