Petardi e fuochi d'artificio esplosi: divieti infranti e incidenti, 28enne perde tre dita

25 gli interventi dei vigili del fuoco a Torino.

Petardi e fuochi d'artificio esplosi: divieti infranti e incidenti, 28enne perde tre dita
Cronaca Torino, 01 Gennaio 2020 ore 11:59

Petardi e fuochi d'artificio esplosi in barba ai divieti emessi dalle amministrazioni comunali. Nel Vco un 28enne ha  perso tre dita.

Petardi e fuochi d'artificio esplosi

Nonostante i divieti che molte amministrazioni comunali avevano emesso contro petardi e fuochi d'artificio non sono mancati quelli che hanno deciso di andare contro le ordinanze e festeggiare in questo modo l'arrivo del nuovo anno.

Interventi dei vigili del fuoco

Numerosi sono stati anche, sopratutto a Torino, gli interventi dei vigili del fuoco per spegnere cassonetti dati alle fiamme da qualche idiota. Fortunatamente quest'anno nel Torinese non risultano esserci feriti e non sono state segnalati episodi di particolare rilevanza o pericolosità.

28enne perde tre dita nel VCO

L'incidente più grave è avvenuto a Buttogno, nel Verbano-Cusio Ossola, dove un 28enne ha perso tre dita a causa dello scoppio di un petardo: il ragazzo stava preparando i fuochi d'artificio da accendere per la mezzanotte quando uno di questi gli è scoppiato in mano ferendolo gravemente.

Pericolo petardi inesplosi

Le raccomandazioni dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine però sono quelle di fare molta attenzione ai petardi inesplosi: evitare di raccogliere botti rimasti a terra e tenere lontano soprattutto i bambini che attirati potrebbero cercare di toccarli e le conseguenze potrebbero essere davvero disastrose.

Arsenale in casa

Un "potenziale micidiale", come lo ha definito il comando provinciale dei carabinieri che ha scoperto l'arsenale all'interno di uno scantinato di Torino: oltre 250 chili di fuochi d'artificio di fabbricazione artigianale: tra questi, anche 320 cipolle. E' così finito in manette un uomo, di nazionalità italiana, già noto alle forze dell'ordine.

In corso Giulio Cesare, un venditore è finito nei guai: i carabinieri hanno scoperto 3700 fuochi d'artificio senza certificazione: un totale di 150 chili.

LEGGI ANCHE: Petardi in Canavese: il bilancio è di tre feriti