Cronaca
Fiano

Siglata la convenzione con... la camera mortuaria

Per i servizi d'obitorio dell'Asl To4.

Siglata la convenzione con... la camera mortuaria
Cronaca Lanzo e valli, 26 Ottobre 2020 ore 09:49

Siglata la convenzione con... la camera mortuaria. Accade a Fiano con l'Asl To4.

Siglata la convenzione

Il curioso argomento è stato discusso nell'ultima assemblea pubblica. Ha affermato il sindaco Luca Casale: “Il risparmio per l'ente è notevole. Il costo per i convenzionati è di 400 euro all'anno per un ventennio. Dovremo rinnovarlo entro il 31 gennaio di ogni anno”. Solo nel 2019 si sono spesi 1400 euro per il ricovero di tre salme nella sala mortuaria dell'ospedale di Cirié (nella foto). Mentre nel 2020, al momento, il cadavere sottoposto ad autopsia è stato uno.

Quando occorre intervenire

Nello specifico la questione riguarda i servizi d'obitorio svolti nel caso in cui sia necessario un esame più approfondito della salma. Infatti, nell'accordo ventennale, sono stati individuate le casistiche in cui è necessario disporre di un locale d'appoggio. La prima eventualità è indicata nel decesso di una persona per strada o comunque fuori dal proprio domicilio, compreso l'incidente stradale. Secondariamente c'è il decesso in abitazioni non idonee.

Riconoscimento salma straniera

Infine ci sono gli stranieri di passaggio morti sul territorio e da sottoporre a un esame sul lettino autoptico. In questo caso il cadavere potrebbe essere ignoto o sfigurato. Perciò portarlo in un ospedale sarebbe necessario per passare all'identificazione. L'obiettivo è accertarsi che ci siano parenti in grado di pagare le spese del funerale. Somme che, in assenza di eredi, ricadrebbero sulla collettività.