Moto 3

Vietti Ramus vince la sua prima gara al mondiale

Il pilota di Coassolo: "Dedico la vittoria a mio papà che ha fatto tanti sacrifici per accompagnarmi a tutte le gare"

Vietti Ramus vince la sua prima gara al mondiale
Ciriè, 23 Agosto 2020 ore 14:55

Vietti Ramus vince con una gara magistrale, condotta con intelligenza: il pilota dello Sky Racing Team VR46 primo davanti a tutti. Bella rimonta anche per il compagno della scuderia di Valentino Rossi, Andrea Migno, 13esimo.

Vietti Ramus vince

Una domenica storica per lo Sky Racing Team VR46 al GP di Austria che si apre con la prima vittoria in carriera per Celestino Vietti Ramus: il pilota di Coassolo primo sotto la bandiera a scacchi dopo una gara tutta in bagarre. Velocissimo venerdì nelle libere, quinto ieri in qualifica, oggi ha condotto una gara perfetta. Dopo un buono scatto al via, ha atteso in mezzo al gruppo di testa per sferrare il suo attacco a 5 tornate dal termine. Primo al via dell’ultimo giro ha tenuto la posizione fin sul traguardo. Bella gara anche di Andrea, 22esimo al via e costretto a scontare in gara un long lap penalty. Dal fondo della classifica è risalito fino alla 13esima piazza.

Il giorno più bello

Grande l’entusiasmo e la felicità per il giovane di Coassolo.

“E’ l giorno più bello della mia vita. Sul rettilineo finale speravo di non essere superato da nessuno, poi ho pianto, ho urlato. È stato incredibile. Non sono partito perfettamente, nelle prime fasi ho fatto fatica a rimanere con i primissimi, ma poi sono risalito. Verso fine gara, mi sono reso conto che rispetto agli avversari facevo meno fatica a gestire il consumo della gomma. Mi sono messo davanti, ho spinto tanto gli ultimi 5 giri. Tony (Arbolino ndr) era davvero forte, abbiamo preso un piccolo gap, lo abbiamo sfruttato e poi la vittoria. La lista delle persone da ringraziare è lunga: la mia famiglia, mio papà che ha fatto tanti sacrifici per accompagnarmi a tutte le gare, il Team, la squadra, l’Academy.

Il team manager

Così Pablo Nieto al termine della gara:

Che gara incredibile, come tutte quelle della Moto3 decise all’ultimo giro, sotto la bandiera a scacchi. Celestino è stato super: è partito bene, ma non ha avuto fretta ed è tornato in testa al gruppo nel momento giusto. Poi gli ultimi giri, ci ha provato, è rimasto concentrato e ha guidato nel migliore dei modi le ultime due curve. Se lo merita e sono felice per lui e tutta la sua squadra. Hanno lavorato sodo e ora si devono godere questo momento”.

6 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità